mining

Cerca nel blog

Cosa stai cercando? Trovalo su Moneypedia

Cerca nel blog

21 ottobre 2010

Districarsi nel mondo della finanza

Con la fine del XX secolo e l’inizio del XXI sono cambiate molte cose: prima di tutto è iniziata l’era del globalismo, sempre più pressante e determinato, che mette a confronto il mondo delle merci e il mondo della finanza. Il risparmiatore che affronta la “Borsa” è cambiato; un tempo preferiva investire in titoli emessi da aziende con un proprio patrimonio impiantistico e strutturale, situazioni che sembravano certezze. Oggi vediamo il risparmiatore che “snobba” il patrimoniale e affronta un’avventura che a prima vista potrebbe sembrare ardimentosa e ad alto rischio come i titoli tecnologici. Ma, se ci guardiamo intorno, vediamo che il tecnologico è servizio indispensabile per migliorare la qualità della vita e, al tempo stesso, migliorare la produttività all’interno di ogni settore merceologico.

Poi, non è forse la tecnica informatica, digitale, telefonica e altro a essere espressione d’intelletto e d’intelligenza? Tanto che va a scuotere anche quei colossi industriali dove la tecnologia informatica si inserisce con prepotenza da rendersi indispensabile in ogni settore produttivo.

Non si può concepire il futuro come la ricostruzione del passato.

Difficilmente le soluzioni che ci hanno portato alla nostra civiltà sono le stesse che ci permettono di mantenere posizioni di privilegio.

Dobbiamo vedere il futuro come una serie di discontinuità e dobbiamo imparare a superarla senza difficoltà. Oggi, svolgere una professione è estremamente importante ed estremamente delicato, in quanto il mercato, le tecnologie e l’organizzazione aziendale sono talmente diversificati che la figura del “tuttologo” nelle strutture produttive non ha più senso.

È mutata la figura del professionista che si interessava all’organizzazione, al settore contabile, al settore fiscale, al settore commerciale, al settore finanziario e al settore legale.

Oggi si inserisce prepotentemente una nuova figura professionale: il consulente finanziario, che, nel presente e nel futuro, avrà un ruolo di primo piano, entrando a pieno titolo in un lavoro di gruppo facendo parte del “gruppo pensante” di ogni attività produttiva.

Il consulente finanziario è determinante nell’organizzazione e procede con grande professionalità alla ricerca di finanziamenti per portare a buon fine la creazione di ogni fonte di ricchezza. È importante essere al passo con i tempi, alimentare sempre di più le proprie conoscenze di mercato per ottenere e affrontare delle chiare strategie.

Chi non ha una visione chiara di come riuscire a distinguersi, di come offrire prodotti specifici e differenziati a molteplici gruppi di clienti, rischia di essere fagocitato dal mercato globale.

(Benedetto Brugia)


Fonte Pagina delle idee


  • Risorse consigliate

Ebook Autoconsulenza Finanziaria

Autoconsulenza Finanziaria™
Strategie per Mettere il Turbo ai Risparmi

Autore: Patrizio Messina
Editore: Bruno Editore
Formato: Ebook PDF+EPUB in 405 Pagine
Anno di Uscita: 2008

Prezzo: €9 +iva invece di €39

Ebook Il Consulente Finanziario

Il Consulente Finanziario™
I Segreti e le Tecniche del Perfetto Promotore Finanziario

Autore: Manuel Frinconi
Editore: Bruno Editore
Formato: Ebook PDF+EPUB in 240 Pagine
Anno di Uscita: 2008
Prezzo: €9 +iva invece di €39

Follow by Email

sotam