mining

Cerca nel blog

Cosa stai cercando? Trovalo su Moneypedia

Cerca nel blog

9 dicembre 2009

Come aprire un'erboristeria

erboristeriaImage by Sicco2007 via Flickr

In Italia l’erboristeria si è sviluppata soprattutto negli ultimi decenni. Per aprire un’erboristeria, ogni Comune segue regole diverse. Diventare un bravo erborista non è semplice. Oltre allo studio, è bene quindi che trovi anche qualche professionista esperto che gli consenta di imparare al suo fianco. Aprire un’erboristeria può ancora essere una buona idea per mettersi in proprio, innanzitutto perchè l’avvio di un’erboristeria comporta investimenti più contenuti. Inoltre, a seconda di come è organizzato il punto vendita, un’erboristeria può anche essere condotta da una sola persona.

Un’erboristeria può avere successo soltanto se si verificano alcune condizioni. Innanzi tutto occorre avere un vasto assortimento di prodotti. I clienti sono infatti sempre più esigenti per quanto riguarda il numero delle referenze che possono trovare all’interno di un punto vendita dove desiderano acquistare anche integratori alimentari, fitoterapici e cosmetici a base di erbe. Ci si può dedicare a questa attività soltanto se si ha la necessaria preparazione.

Continua a leggere sulla Gazzetta del Lavoro
Reblog this post [with Zemanta]

8 dicembre 2009

I 17 modi di Pensare degli Uomini Più Ricchi del Mondo


Per attrarre Ricchezza Abbondanza e Prosperità nella vita, i nostri pensieri devono essere ricchi, abbondanti e prosperi. Tutte le persone facoltose, hanno dei modi di pensare molto simili; ed è il loro modo di pensare che li avvicina al denaro. Un detto popolare dice: che l'acqua va al mare, ossia dove ce n'è già tanta. Anche i poveri condividono pensieri simili e negativi sul denaro e sull'abbondanza, ad es.: Il denaro è la radice di ogni male, I soldi non crescono sugli alberi, Chi ha i soldi e avaro e meschino, I soldi non sono così importanti, ...e tanti altri detti popolari spesso anche volgari che sarebbe lungo e inutile elencare. Farò solo un ultimo esempio: Nella mia zona (Abruzzo) si suole dire: I soldi non li cacano gli asini.

Bene (anzi Male!) con questi pensieri come è possibile che il denaro giunga nelle vostre mani? Se voi dite al vostro partner o ad un amico che lui o lei per voi non è importante, statene certi non resterà a lungo al vostro fianco. Il denaro si comporta nello stesso modo, va nelle tasche di chi lo apprezza, e se ne sta alla larga da chi lo disprezza.

Questo articolo vuole aiutarvi a modificare i Pensieri Poveri e sostituirli nella vostra mente con dei Pensieri Ricchi.

Per fare questo userò i 17 File della Ricchezza estratti dal libro: I Segreti della Mente Milionaria di Harv Eker (libro straordinario che consiglio a tutti di Acquistare se non lo avete ancora fatto).
Inoltre per scolpirli nella mente questi pensieri saranno associati alla tecnica dell`EFT (per la tecnica dell'eft rinvio al manuale di Andrea Fredi scaricabile anche dal sito pensierocreatore.it alla sezione Tecniche Efficaci).

Picchiettare il Punto Karate o il Punto doloroso dicendo 3 volte la frase dei file della ricchezza.
Poi picchiettate i singoli punti Eft (centro testa, sopracciglio, lato occhio, sotto l'occhio, sotto il naso, sotto il labbro, clavicola, lato braccio, sotto il pettorale, e lato delle dita come indicato nel manuale) pronunciando la frase della Sequenza.

I File: Le persone ricche credono “Io creo la mia vita” (tre volte)
- Sequenza: Io creo la mia vita
II File: Le persone ricche giocano al gioco del denaro per vincere (3 v.)
- Sequenza: Io gioco per Vincere
III File: Le persone ricche sono impegnate a essere ricche (3 v)
- Sequenza: Io sono Impegnato a essere ricco
IV File: Le persone ricche Pensano in Grande (3 v.)
- Sequenza: Io Penso in Grande
V File: Le persone ricche Sono Focalizzate sulle Opportunità (3 v.)
- Sequenza: Io Sono Focalizzato sulle Opportunità
VI File: Le persone ricche Ammirano le persone ricche e di Successo (3v.)
- Sequenza: Io Ammiro le Persone Ricche e di Successo
VII File: Le persone ricche Frequentano Persone Ricche e di Successo (3 v.)
- Sequenza: Io Frequento Persone Ricche e di Successo
VIII File: Le persone ricche sono Disposte a Promuovere se Stesse e il loro Valore (3 v.)
- Sequenza: Io Promuovo me stesso, Io Ho Valore
IX File: Le persone ricche Sono più Grandi dei propri problemi (3 v.)
- Sequenza: Io Sono Più Grande dei miei problemi
X File: Le persone ricche Sanno Ricevere molto bene (3 v.)
- Sequenza: Io So Ricevere Molto bene
XI File: Le persone ricche Scelgono di essere Pagate in base ai Risultati (3 v.)
- Sequenza: Io Sono Pagato in Base ai Risultati
XII File: Le persone ricche pensano “entrambi” (botte piena e moglie ubriaca) (3 v.)
- Sequenza: Io Scelgo entrambe le opzioni
XIII File: Le persone ricche sono focalizzate sul loro patrimonio netto invece del reddito da lavoro ( 3 v.)
- Sequenza: Io Sono Focalizzato sul Mio Patrimonio Netto
XIV File: Le persone ricche Sanno Gestire molto bene il Loro Denaro ( 3 v.)
- Sequenza: Io So Gestire molto bene il Mio Denaro
XV File: Le persone ricche fanno in Modo che i loro Soldi lavorino duramente per loro ( 3 v.)
- Sequenza: I Miei Soldi Lavorano per Me anche di notte
XVI File: Le persone ricche agiscono nonostante la Paura (3 v.)
- Sequenza: Io Agisco nonostante la Paura
XVII File: Le persone ricche continuano ad Imparare e Crescere (3 v.)
- Sequenza: Io Continuo ad Imparare e Crescere

Sono Sicuro che utilizzando questi Pensieri Ricchi presto vivrete dei cambiamenti economici strabilianti (associate la lettura del libro di Harv Eker per meglio capire i pensieri e i concetti che sono dietro queste frasi).

Fonte: Go Articoli

================
Risorse consigliate


La guida (gratis) di EFT


---------------------





Il Gioco Interiore della Ricchezza
ISBN: 9788871529424
Prezzo € 11,90
invece di € 14,00 (-15%)
Compralo su Macrolibrarsi

20 ottobre 2009

Super ricchi italiani crescono


Per i ricchi la crisi è già passata. Secondo un'analisi effettuata dalla Pricewaterhouse Coopers, la ricchezza delle 590.000 famiglie italiane più facoltose (numero stabile rispetto al 2008), che l'anno scorso ha subito una contrazione del 10,7%, nel 2009 metterà a segno una crescita del 19,3% grazie al miglioramento di performance dei mercati dei capitali, combinati agli effetti dello scudo fiscale ter. Infatti stando alle previsioni, con lo scudo fiscale verranno riportati in Italia circa 86 miliardi di euro, il 60% dei quali provenienti dalla Svizzera. E così la ricchezza dei cosiddetti High Net Worth Individual, cioè le famiglie con un patrimonio finanziario (immobili esclusi) superiore ai 500.000 euro, dovrebbe superare ampiamente gli 883 miliardi di euro. Arriva a conclusioni non troppo dissimili l'indagine dell'Associazione Italiana Private Banking che stima, tra aumento di valore e prevedibili benefici dallo scudo fiscale, un aumento di valore del 10% per il patrimonio dei super ricchi (che si attesterebbe, in questo caso, a 'soli' 836 miliardi di euro).

Per gli HNWI dunque la crisi è già passata, anzi: "Dopo un difficile 2008 - afferma Federico Taddei, presidente della Commissione Tecnica Marketing AIPB - che aveva fatto segnare un netto -10% rispetto alle stime dell'anno precedente, il +4% di quest'anno rappresenta un incoraggiante segno di ripresa. Se poi considerassimo anche l'effetto dello scudo fiscale, stimato in un ulteriore +6%, il mercato potrebbe sostanzialmente tornare ai livelli del 2007, ipotesi impensabile solo pochi mesi fa". Cioè, in definitiva, ai livelli pre-crisi finanziaria.

Ma come investono i super ricchi? I dati dell'AIPB mostrano una suddivisione piuttosto prudente del loro patrimonio finanziario: 26% in obbligazioni, 15% in titoli di Stato, 18% assicurativo, 8% azioni, 16% gestioni patrimonionali, e 16% fondi. Quanto alla segmentazione per fascia patrimoniale, il 95% delle famiglie considerate possiede tra gli 0,5 e i 5 milioni di euro; mentre il 4% tra i 5 e i 10 milioni e infine l'1% oltre 10 milioni.

Visto che le cose quest'anno non sono andate troppo male, gli HNWI hanno ripreso a investire in immobili, nonostante il 98,6% delle famiglie considerate sia già proprietaria della casa in cui abita (a fronte del 76,4% delle famiglie italiane) e l'80,6% possieda anche una seconda casa per uso diretto. L'acquisto di immobili è cresciuto nel 2009 del 40%: "In un quadro di incertezza del sistema economico e finanziario nazionale e internazionale - si legge nell'indagine presentata dall'AIPB - si riaccende l'interesse potenziale nei confronti dell'investimento del mattone, complice la discesa dei prezzi".

Fonte: Repubblica
Foto: stock.xchng

19 ottobre 2009

In arrivo la settima edizione della Trading Online Expo 2009

Il 29 e 30 ottobre 2009 appuntamento con la settima edizione della Trading Online Expo, l’incontro dedicato al mondo del trading e dell’investimento online, organizzato da Borsa Italiana.

Ospitata nel Congress and Training Centre di Palazzo Mezzanotte a Milano, sede della Borsa Italiana, la Trading Online Expo vedrà la presenza di oltre 40 espositori e offrirà la possibilità di incontrare i broker online, gli emittenti, le società legate al mondo del trading e per la prima volta il mondo universitario.

L’evento, a ingresso gratuito, è rivolto ai trader professionisti ma soprattutto ai piccoli risparmiatori interessati a conoscere strumenti come gli ETF, i certificates, i covered warrant e i derivati, grazie a seminari gratuiti organizzati da Borsa Italiana (Derivatives School, ETF day, Equity Trading, Bond Time) ai quali si affiancheranno numerosi corsi tenuti dai docenti dell’Associazione Italiana di Analisi Tecnica (SIAT), della Italian CFA Society e molti altri ancora. Un'occasione imperdibile per incontrare i maggiori traders del panorama italiano.

Leggi qui il programma

Dopo il successo dell’edizione 2008 che ha registrato oltre 4000 visitatori, la manifestazione si svolgerà su due giornate a mercati aperti, in modo da permettere agli operatori professionisti di fare trading in tempo reale, spiegando al pubblico le logiche di ogni decisione di investimento. Un’occasione importante per comprendere i processi decisionali di chi opera quotidianamente sui mercati per professione e per valutare le funzionalità delle diverse piattaforme di trading.



18 ottobre 2009

Intervista con Robert Kiyosaki - Terza parte





La radice di ogni male

È l'amore per il denaro la radice di ogni male? Oppure, è l'ignoranza dei soldi?

Cosa hai imparato di soldi a scuola? Ti sei mai chiesto perché il nostro sistema scolastico non ci insegna molto - o meglio per nulla - riguardo ai soldi? La mancanza di educazione finanziaria nelle nostre scuoleè semplicemente una svista dai nostri leader di istruzione? O è parte di una cospirazione più grande? A prescindere, sia che siamo ricchi o poveri, istruiti o ignoranti, bambini, adulti, pensionati o di lavoro, tutti facciamo uso dei soldi. Piaccia o no, il denaro ha un enorme impatto sulla nostra vita nel mondo di oggi.

Cambiare le regole del denaro

Nel 1971, il presidente Richard Nixon ha cambiato le regole del denaro: senza l'approvazione del Congresso, egli ha rotto il rapporto del dollaro con l'oro. Ha preso questa decisione unilaterale, nel corso di una riunione a Minot Island nel Maine, senza consultare il Dipartimento di Stato o il sistema monetario internazionale.

Il presidente Nixon ha cambiato le regole, perché i paesi stranieri pagati in dollari USA diventavano scettici poiché il Tesoro degli Stati Uniti stampava sempre più denaro per coprire i nostri debiti, ed essi hanno cominciato a scambiare i loro dollari in oro direttamente, riducendo la maggior parte delle riserve auree degli Stati Uniti.

La cassaforte era stata svuotata, perché il governo ha importato più di quanto esportasse, e anche a causa della costosa guerra in Vietnam. Come la nostra economia è cresciuta, è cresciuta anche l'importazione di petrolio.

(Traduzione dall'originale pubblicato su Conspiracy of the Rich: The 8 New Rules of Money)





3 ottobre 2009

Intervista con Robert Kiyosaki - Seconda parte




Il motivo principale per cui molti hanno difficoltà finanziarie dipende dal fatto che sono andati a scuola per molti anni senza apprendere nulla sul funzionamento del denaro. Così le persone imparano a lavorare per i soldi, ma non imparano come far lavorare i soldi per loro (Robert T. Kiyosaki).










10 lezioni di vita reale che ogni imprenditore dovrebbe conoscere per fare un business multimilionario


Prezzo € 16,50




Compralo su Macrolibrarsi

Intervista con Robert Kiyosaki - Prima parte





Robert Toru Kiyosaki (8 aprile 1947) è un imprenditore e affarista statunitense.
È anche un autore ed è principalmente noto per la sua serie Padre Ricco, Padre Povero.

Imprenditore e divulgatore, nato e cresciuto alle Hawaii, Robert Kiyosaki è un nippo americano di quarta generazione. Il padre fu un provveditore agli studi e insegnante. Dopo essersi laureato a New York, si unì al corpo dei Marines e servì durante la guerra del Vietnam come elicotterista. Dopo la guerra, lavorò per Xerox Corporation e nel 1977 fondò una ditta che portò sul mercato il primo portafogli in Nylon con chiusura in Velcro. Nel 1985 fondò una società internazionale che in seguito ha fornito a migliaia di studenti una solida istruzione finanziaria.

Nel 1994 vendette la società e scrisse il Best Seller Rich Dad, Poor Dad, e creò il gioco educativo Cashflow. Ha anche fondato seppur con differenti fortune, società per l'estrazione del petrolio in USA e dell'oro in Cina. Ha scritto un libro a quattro mani insieme a Donald Trump, pubblicato anche in Italia con il titolo: Perché vogliamo che tu sia ricco. Il contenuto, impregnato di ottimismo, verte sulla necessità che dovrebbe avere ognuno, di migliorare costantemente la propria istruzione finanziaria.

Robert Kiyosaki vive in Phoenix, Arizona, con sua moglie Kim, anch'essa investitrice principalmente nel settore immobiliare.

(Biografia ripresa da Wikipedia)



1 ottobre 2009

Rich Woman - Intervista a Kim Kiyosaki





Che cosa è una donna ricca? Sento spesso le donne dire:
  • Sono ricca di spirito
  • Io sono ricca di famiglia e di amici
  • La mia esperienza di vita mi fa ricca

Sono d'accordo con ciascuna di queste interpretazioni. Tuttavia, non sono d'accordo con questo commento:

  • Ho una vita molto ricca, ma non ho soldi.

La filosofia Rich Woman supporta tutte le dichiarazioni di cui sopra, tranne l'ultima. Se ne può discutere, il che va bene, ma non è solo la filosofia Rich Woman. Quando si parla di Rich Woman, si parla apertamente di soldi, investimenti, cash flow, e della presa in carico della vostra vita finanziaria.

Perché? Perché la linea di fondo è che il denaro ha un enorme potere. Il denaro ha il potere di liberarci, ma ha anche il potere di schiavizzarci. I soldi ci rendono schiavi di tenerci in una relazione infelice a causa del denaro, di mandarci ogni giorno a fare un lavoro che non ci piace solo per avere uno stipendio, o ci porta a negare a noi stessi le cose importanti per noi perché ci mancano i soldi per comprarle. Rich Woman è sull'impostazione di donne libere.

Dal punto di vista Rich Woman,
una donna non può essere libera
finché non è finanziariamente libera.

L'indipendenza finanziaria inizia con una mentalità ricca. Una donna ricca ha un atteggiamento sano nei confronti del denaro. Lei non trova scuse, se non ne ha. Lei non denigra coloro che ce l'hanno. Il denaro, di per sé, non è buono o cattivo, è solo denaro. A provocare le polemiche, è più spesso come le persone usano il loro denaro.

Io definisco il denaro in modo molto semplice. Il denaro è la libertà. Mi permette di fare ciò che io voglio veramente fare. Mi permette di dare i miei doni e i miei talenti, secondo lo scopo che io volevo dare loro.

Il denaro è uno strumento molto potente, e quando le donne si prendono cura dei loro soldi, si fanno carico della loro vita - e la magia accade.

(Testo tradotto dall'originale pubblicato su Rich Woman)









Diventa più intelligente con il tuo denaro


ISBN: 9788871529592

Prezzo € 13,50

Compralo su Macrolibrarsi

14 settembre 2009

La felicità si calcola nel Pil


La proposta del rapporto Stiglitz, consegnato oggi al presidente francese: «È ora che il nostro sistema statistico metta l'accento più sulla misura del benessere della popolazione che sulla produzione economica»

Nel prodotto interno lordo bisogna calcolare anche l'indice della felicità o per essere esatti, «l'indice del benessere della popolazione»: è una delle raccomandazioni del rapporto Stiglitz, compilato da un gruppo di studio guidato dal premio Nobel per l'Economia 2001 e consegnato oggi al presidente francese, Nicolas Sarkozy. E l'inquilino dell'Eliseo ha annunciato che «la Francia si batterà perché tutte le istituzioni internazionali modifichino il loro sistema statistico seguendo le raccomandazioni» di Joseph Stiglitz. «Ormai è avviata una riflessione collettiva e non si fermerà perchè è la crisi che ci obbliga», ha detto Sarkozy parlando all'università La Sorbona.

Secondo il rapporto Stiglitz «è ora che il nostro sistema statistico metta l'accento più sulla misura del benessere della popolazione che sulla produzione economica». La commissione, che conta 22 esperti capitanati dal premio Nobel, era stata incaricata nel 2008 dall'Eliseo di condurre una riflessione sulla misura della crescita, fino ad oggi misurata solo dal prodotto interno lordo, che riflette il livello di produzione di beni e servizi in un paese. Gli esperti, però, ricordano che «i problemi di traffico possono contribuire a far crescere il Pil perché aumenta il consumo di benzina», ma non per questo ne risulta migliorata la qualità della vita: quindi misurazioni come queste «possono condurre a una vizione viziata delle tendenze economiche». Servono quindi - sostengono gli esperti consultati da Sarkozy - altri indicatori collegati al Pil, che prendano in conto le attività non commerciali (opere di volontariato, lavori domestici), le condizioni di vita materiale (reddito per categoria sociale); la sanità o l'insicurezza, con una maggiore attenzione alle ineguaglianze sociali, generazionali, sessuali e culturali. La Commissione chiede anche degli indicatori che prendano in conto le questioni ambientali e la crescita delle concentrazioni di gas a effetto serra.

Foto: speedy2



Da beppegrillo.it, un'intervista a Joseph Stiglitz su Lavoro e globalizzazione

1 agosto 2009

Spezzare le catene della povertà - Le lezioni di Metatron

Il denaro è un modo per scambiare energie con gli altri nelle vostre società. È un modo più conveniente per scambiare ciò che avete, beni e servizi, con ciò di cui avete bisogno. Questo è come le vostre civiltà sono progredite, andando oltre lo scambio della merce reale. Non è più praticabile per voi portare la vostra mucca al mercato per scambiarla con i cereali necessari per farvi il pane. Adesso è necessario, e molto più conveniente, che portiate con voi dei pezzi di carta nel portafogli piuttosto che trasportare le mucc he ed i polli su un camion al mercato comune. Il denaro è rappresentativo di qualcosa che, secondo l’intesa comune, viene ritenuto pregiato. Nel vostro mondo, tutti concordano che l’oro e l’argento sono beni di valore.

Con l’evolversi delle vostre nazioni, per maggiore agevolezza e praticità, è sorto lo strumento della valuta, o denaro. In teoria, come sapete, ogni moneta ha un proprio valore di peso in base alla sostanza di cui essa è fatta. Ogni banconota o valuta cartacea rappresenta un ammontare d’oro o d’argento che viene tenuto in riserva. Sempre in teoria, dovrebbe essere possibile scambiare la vostra valuta cartacea col suo equivalente valore in oro o argento. Sappiamo che non è il caso nel vostro mondo, ma non è ora il nostro scopo discutere come i vostri governi giocano col valore del denaro. Sono certo che sapevate questi fatti sul denaro e lo scopo che rappresenta nelle vostre vite e società. Ora vorrei che diate uno sguardo al denaro semplicemente per ciò che è. Voglio che cerchiate di eliminare tutte le altre miriadi di pensieri che vi passano per la testa quando pensate al denaro.
Queste parole sono riprese dalla prima di nove lezioni “canalizzate” da Metatron (un entità angelica) attraverso Reniyah Wolf, per rompere i vecchi schemi mentali sul denaro e sulla ricchezza e sostituirli con pensieri motivanti e propositivi per accrescere abbondanza e prosperità che ci spetta di diritto.


Metatron
Canalizzazioni su “Spezzare le bande del denaro”
Attraverso Reniyah Wolf
Luglio, 2004
© Reniyah Wolf, Eva Aarrestad e la Love and Empowerment Foundation, 2004, 2005.
Le presenti canalizzazioni possono essere diffuse a condizione che non ne venga alterata la forma e che sia inclusa la presente nota di copyright. Non sono permesse registrazioni audio in qualsiasi
forma. Workshops, seminari o simili che si basano su quanto contenuto nel presente materiale ed in relazione al nome di Lord Metatron sono espressamente vietati e saranno perseguiti come violazione dei diritti d’autore secondo quanto previsto dalla legge.

29 luglio 2009

“Guadagnare online con le tue passioni?”... Sarà proprio tutta la verità?

Quando ho saputo del nuovo video seminario gratuito di Italo Cillo, Guadagnare online con le tue passioni? Tutta la verità!, ho pensato che prometteva moltissimo.

Garantiva infatti che avrebbe svelato “tutta la verità” sul mondo del guadagnare online, facendo chiarezza e demolendo tutti “i falsi miti” in circolazione.

Ma mantenere le promesse è sempre un altro paio di maniche.

“Sì, sta a vedere che ci svela tutti i suoi segreti. In un prodotto gratuito, per giunta!”

Stavo proprio per abbandonare la pagina e passare ad altro, quando mi son detta: “Beh, ma in fondo è gratis, cosa ci perdo?”.

Così ho dato un'occhiata al video introduttivo e, per quanto breve mi è sembrato che proponesse tematiche interessanti.

In effetti è da un bel po' di tempo che sento parlare di infomarketing senza aver trovato risposta ad alcune domande pressanti.

Per esempio, mi chiedevo:

  • E' davvero possibile guadagnare bene con una attività online?
  • E se sì, non è che ci devo investire i milioni?
  • E poi, quanto ci metterò a vedere qualche risultato interessante?

Il video prometteva di rispondere a queste e a tante altre domande che mi ronzavano in testa da un po'.

Insomma, mi sono decisa.

Ho inserito il mio nome e indirizzo e-mail nel form e poco dopo ho avuto accesso al video seminario Guadagnare online con le tue passioni? Tutta la verità!.

E sai una cosa? Ho fatto proprio bene! :)

Non solo ho trovato una risposta a tutte le mie domande, ma ho trovato un sacco di spunti interessanti.

E soprattutto ho finalmente capito che cos'è l'infomarketing e come può davvero migliorare la mia vita.

Per esempio, lo sapevi che è un modo semplice e remunerativo per guadagnare con le tue passioni?

Sì, con i tuoi hobby, con quello che ti piace!

Tutto quello che ho scoperto mi ha aperto un nuovo orizzonte personale e professionale.

Sarà perché Guadagnare online con le tue passioni? Tutta la verità! è un video seminario di grande qualità, esaustivo e ricco di informazioni, che ti dice tutto quello che ti serve per capire cos'è l'infomarketing e cosa sono gli infoprodotti, al di là dei falsi miti che circolano su internet e soprattutto sul guadagnare online.

Sarà l'entusiasmo contagioso di Italo, sarà che ha il dono di spiegare le cose in maniera chiara e lineare, sarà che si vede e si sente quanto lui stesso per primo creda in questo progetto.

Sarà l'estrema onestà di questo video seminario, che non promette formule magiche, ma anzi spiega chiaramente perché l'infomarketing non è per tutti e scoraggia chi non ha la giusta mentalità dal lanciarsi in una impresa in cui perderebbero solo tempo e soldi.

Insomma, Guadagnare online con le tue passioni? Tutta la verità! secondo me è un ottimo prodotto, perfetto per capire meglio il mondo dell'infomarketing, se è adatto ai tuoi progetti professionali e a quello che vuoi realizzare!

Ed è pure gratis!

Follow by Email

sotam