mining

Cerca nel blog

Cosa stai cercando? Trovalo su Moneypedia

Cerca nel blog

20 agosto 2012

Sei strategie per generare entrate automatiche. Roberto Pesce docet

Tra i formatori in materia finanziaria che seguo e apprezzo, c'è Roberto Pesce, per il suo approccio (relativamente) semplice, onesto e di grande competenza.

Riprendo dal suo blog le sei strategie di base per generare entrate automatiche.


  1. Rendite finanziarie – Costruisci un portafoglio ben fatto di titoli finanziari come azioni, ETF, fondi, obbligazioni etc. e ne raccogli i frutti anno dopo anno. Se non consumi il capitale ma, anzi, lo lasci crescere prelevando solo una parte delle rendite il giochino può teoricamente durare per sempre. 
  2. Rendite immobiliari - A livello di base acquisti delle unità immobiliari (appartamenti, uffici, capannoni etc.) e le affitti percependo costantemente l’importo delle locazioni. 
  3. Diritti d’autore e brevetti - Scrivi un libro, incidi una canzone (o ti limiti a scriverne i testi o comporne la musica), inventi o perfezioni qualcosa di utile e mentre qualcun altro si impegna a venderlo per te tu ne percepisci una parte del ricavato fino a quando il pubblico è ancora interessato a comprarlo, ascoltarlo o usarlo.
  4. Royalties – Simile ai brevetti ma in realtà quello che fai è cedere l’utilizzo di qualcosa di tuo a terzi in cambio di un importo fisso mensile o di una parte dei profitti che ne provengono.
  5. Business non gestiti – Acquisti un’attività commerciale che funziona (o, meglio ancora, una parte di un’attività commerciale che funziona) e mentre i tuoi soci o i tuoi dipendenti o manager si impegnano per farla funzionare tu ti limiti a percepire una parte degli utili generati dalla stessa attività.
  6. Prodotti o servizi ad alta marginalità e generanti entrate ricorrenti – Software, abbonamenti, manutenzioni, materiali di consumo, internet business, membership (e molte altre idee che in questo momento sarebbe troppo lungo elencare) sono tutte idee che appartengono a questa categoria. Molte volte si tratta di trasformare la vendita di un prodotto una tantum in vendita ricorrente o in un servizio così come è stato fatto per il business delle stampanti che è passato dalla vendita delle macchine (oggi pressochè regalate) a quello della vendita delle cartucce d’inchiostro che hanno prezzi degni del miglior Brunello di Montalcino!


E tu, quali di queste stai adottando? Hai avuto esperienze di successo? Condividi il tuo pensiero nei commenti, sarà di utilità per crescere finanziariamente insieme.

Follow by Email

sotam