mining

Cerca nel blog

Cosa stai cercando? Trovalo su Moneypedia

Cerca nel blog

12 maggio 2011

Bond, per investire senza rimetterci la camicia



Con i propri risparmi o a seguito di un colpo di fortuna finanziario, molti di noi sono pronti a cominciare a investire. Tuttavia, se non si hanno prese lezioni di economia a scuola, potremmo avere poca familiarità con le nozioni di base. Dopo aver visto le notizie finanziarie del mattino, è probabile avere familiarità con termini come azioni, obbligazioni,  commodities e Wall Street, ma potremmo non sapere esattamente il loro significato. In questo articolo, diamo uno sguardo più attento a cosa è esattamente un bond.

Un bond è qualificato come un titolo di debito. Quando si investe nel mercato obbligazionario, quello che si sta facendo è dare i vostri soldi per qualcosa, che si tratti di un'azienda, un governo, o un comune che è conosciuto come un emittente di obbligazioni. In cambio di questo atto di fiducia si ottiene un interesse. Quando si acquista un'obbligazione, si concorda di ricevere un determinato tasso di interesse da chi ce l'ha venduta, oltre al diritto al rimborso del capitale prestato all'emittente.


Sono diversi i tipi di obbligazioni fra cui scegliere.
Ricordiamone alcune (1).

  • Obbligazioni convertibili: sono obbligazioni che incorporano la facoltà di convertire, ad una scadenza prefissata, il prestito obbligazionario in azioni secondo un rapporto di cambio predeterminato.
  • Obbligazioni a tasso fisso: sono obbligazioni che remunerano l'investimento ad un tasso di interesse fisso stabilito prima dell'emissione. All'interno della categoria delle obbligazioni a tasso fisso è tuttavia possibile distinguere almeno due diverse tipologie di obbligazioni, che prevedono che il tasso fisso prestabilito cresca o diminuisca durante la vita del titolo (si tratta, rispettivamente, delle obbligazioni "step up" e "step down").
  • Obbligazioni a tasso variabile: sono obbligazioni che remunerano l'investimento ad un tasso di rendimento che varia in base ad un parametro di riferimento, che può essere di natura monetaria, finanziaria o in base all'andamento del prezzo di materie prime. Il tasso varia a determinate scadenze temporali seguendo i tassi di mercato.
  • Obbligazioni Zero-Coupon (o Zero-Coupon Bonds, abbreviato ZCB): sono obbligazioni senza cedola (coupon) che quindi non liquidano periodicamente gli interessi ma li corrispondono unitamente al capitale alla scadenza del titolo. La duration di uno ZCB è uguale alla sua vita residua.
  • Rendite perpetue: sono obbligazioni che corrispondono perpetuamente una cedola predefinita. Tali obbligazioni non presuppongono nessun rimborso a termine.

Le obbligazioni possono rappresentare una forma di investimento abbastanza buono, ma non tanto da farti diventare ricco in una notte. Si può prenderla in considerazione come una buona pianificazione a lungo termine. Secondo alcuni esperti, i bond sono perfetti per le famiglie che hanno bisogno di risparmiare per l'istruzione universitaria i loro figli. Se non hai figli, sono invece un modo per risparmiare per la pensione. Le obbligazioni sono inoltre consigliate come una parte del proprio portafoglio di investimento. A prescindere dal livello di rischio che ci si può permettere e chi è disposti ad assumere, è bene avere una quota di investimento sicuro.

Il mercato obbligazionario attuale è vario e ci sono titoli per tutte le tasche. Investire in obbligazioni può essere un modo facile ed educativo per cominciare a investire, senza rimetterci la camicia.



Foto | Businesstm

Nessun commento:

Follow by Email

sotam